Crea sito
 
Secondo Dreca

l'AlterBlog

La straordinaria invenzione di Hugo Cabret

marzo 30th, 2012

More about La straordinaria invenzione di Hugo Cabretprendi una notte in cui non hai sonno, in cui neanche il televisore riesce ad essere soporifero; prendi una notte che segue una giornata di studio forzato. Mettile insieme.
Prendi questo libro che ti ha incurisito sin dalla prima volta che lo hai visto in libreria, un libro in cui testo e immagini collaborano proprio come nei romanzi dell’Ottocento. Guardi quelle immagini, quei disegni a carboncino, e inizi ad entrare nella storia…e inizia a sognare in una notte senza sonno.

A questo punto decidi di vedere anche il film. Da subito inizi a notare delle differenze, dei salti nella storia che non vengono recuperati. La trama si perde, i personaggi si appiattiscono. Là dove nel libro l’interazione tra parole e immagini colmavano ogni salto, qui tutto viene detto senza però creare delle ragioni plausibili. A volte non mi è chiara la scelta di alcuni sceneggiatori, arrivo a capire di cambiare alcuni tratti della storia raccontata nel romanzo, ma cambiare anche la storia della produzione cinematografica di Meliés (da 500 film del libro, che ha come fonte l’accademia cinematografica francese,  a 100 nel film) mi sembra veramente fuori luogo.

4 Responses to “La straordinaria invenzione di Hugo Cabret”

  1. nicce ha detto:

    il film effettivamente reggeva poco, un po’ forzato e farraginoso… certe scelte apparentemente immotivate lasciano effettivamente senza parole

  2. Paolopaoli ha detto:

    ho rinunciato a vedere i film tratti dai libri che ho letto.

  3. Tony ha detto:

    A questo punto, dopo aver visto il film, che mi è piaciuto, devo per forza leggere il libro.
    🙂

  4. dreca ha detto:

    non sono più latitante…scusate per il ritardo nelle risposte…cmq il libro è veramente piacevole 🙂

Powered by WordPress. Theme by Sash Lewis.